A Pechino sorgerà un distretto che combina ecologia e arte

Con i suoi 4 milioni di metri quadrati di superficie, sarà il progetto più grande degli ultimi anni

Tra i progetti che hanno più incuriosito il pubblico della Biennale di Architettura a Venezia, Valley XL si mostra come una vera e propria città ecologica. Il nome deriva dalla contea di Xinglong, sobborgo di Pechino dove si trova la valle di Hebei. L’idea di uno spazio godibile da tutti, e al contempo sfruttato in maniera intelligente, si allinea perfettamente con il titolo di quest’anno, ovvero Freespace. Valley XL è stato infatti concepito per essere una nuova meta culturale e turistica, che sia al contempo in avanti per gli alti standard di eco-compatibilità che caratterizzeranno i suoi edifici.

una nuova meta culturale e turistica, che sia al contempo in avanti per gli alti standard di eco-compatibilità

Un’iniziativa encomiabile, specie se consideriamo che Pechino era finora tristemente nota per essere tra le città più inquinate del mondo, e dunque per la sua densa coltre di smog.
Il governo cinese si era mosso a proposito negli ultimi anni per combattere l’emergenza per mezzo di iniziative come l’aumento di alberi piantati nella capitale. Perciò, un progetto come quello di Valley XL, che vanta 2,8 miliardi stanziati interamente da soggetti privati, non poteva che incontrarne il favore.
Sappiamo inoltre che si troverà a circa 97 km dal centro, e che per questa ragione sono già aperti i cantieri per la linea ferroviaria ad alta velocità che ne permetterà lo spostamento in soli 20 minuti.

Il 2019 sarà anche l’anno in cui il progetto arriverà alla sua prima importante tappa con l’inaugurazione del Centro Artistico Valley XL, il quale vede la firma dell’architetto Wang Zhenfei. Si spera quindi che si possa respirare aria nuova e pulita tra le strade di Pechino perché il cielo, dopo tanti anni di oscuramento dovuto ai combustibili fossili, è tornato a essere azzurro.

il cielo, dopo tanti anni di oscuramento dovuto ai combustibili fossili, è tornato a essere azzurro

È stato mappato l’intero genoma del pesce pagliaccio

Il suo studio potrà adesso fornirci risposte in merito al cambiamento climatico e agli scoinvolgimenti del suo habitat naturale
19.10.2018

I pesci tornano a nuotare nel Mar Morto

La scoperta del fotografo Noam Bedin ha adesso un grande valore per la scienza, e l'ultimo avvistamento di questo tipo risaliva al 2011
11.10.2018

A Pechino sorgerà un distretto che combina ecologia e arte

Con i suoi 4 milioni di metri quadrati di superficie, sarà il più progetto più grande negli ultimi anni
1.10.2018

Il cambiamento climatico ha vinto la prima battaglia contro il nostro Ivan, ma la guerra e’ ancora lunga

Come proseguirà adesso l'avventura del nostro skipper?
27.9.2018

La Colombia istituisce il parco nazionale più grande al mondo

4,3 milioni di ettari che ospitano un’incredibile varietà di specie animali e vegetali
24.9.2018

In Sardegna si sta svolgendo un festival cinematografico dedicato all’ambiente

Dedicato alla sostenibilità ambientale e ai diritti umani, sarà in programma a Santa Teresa di Gallura dal 19 al 22 Settembre
19.9.2018

L’isola greca di Tilos raggiungerà l’autonomia energetica nel 2019

Sarà la prima isola green del Mediterraneo
19.9.2018

Dal Giappone, l’eco-giornale che da vita a piante e fiori

Ecco l’idea rivoluzionaria che sta avendo successo nel Sol Levante
11.9.2018

Scoperta un’immensa barriera corallina al largo degli Stati Uniti

Tra le profondità dell’Oceano Atlantico, sarebbe rimasta nascosta per centinaia di migliaia di anni
11.9.2018

Il Trentino Alto-Adige al primo posto per il turismo green nel 2018.

A dicembre saranno raggiunti gli obiettivi di produzione energetica da fonti rinnovabili che erano previsti per il 2030
5.9.2018