La Colombia istituisce il parco nazionale più grande al mondo

4,3 milioni di ettari che ospitano un’incredibile varietà di specie animali e vegetali

Si chiama Serranìa de Chiribiquete, ed è un parco unico nel suo genere.
La sua superficie, che comprende buona parte dell’Amazzonia, è stata di recente ampliata passando da 2,7 milioni di ettari a ben 4,3 milioni, diventando di fatto il sito il più grande al mondo. Se questo rappresenta già di per sé una vittoria per il governo colombiano, e così di tutte le organizzazioni ambientaliste presenti in quei territori, l’inclusione da parte dell’UNESCO nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità sancisce un momento di straordinaria importanza per la Colombia. Il neopresidente Ivan Dunque commenta così l’evento — “La decisione Unesco ci riempie di orgoglio e faremo di tutto per proteggere la nostra biodiversità”.

l’inclusione da parte dell’UNESCO nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità sancisce un momento di straordinaria importanza per la Colombia

Il valore e la bellezza del Parque (soprannome con cui viene solitamente indicato) risplende infatti nella sua declinazione biologica e idrologica, ma anche per il suo aspetto culturale, dato che ospita diverse tribù indigene, dei quali alcune ancora sconosciute. Grande cura e attenzione viene inoltre concentrata nella conservazione e nello studio del più antico e grande complesso di pittogrammi archeologici dell’America, che vanta più di 70.000 tra pittogrammi e petroglifi. Vi sono persino casi risalenti a oltre 20.000 anni fa, periodo che corrisponde all’arrivo dei primi abitanti nel continente americano. 

Serranìa de Chiribiquete è inoltre l’habitat naturale di molte specie a rischio d’estinzione tra cui il tapiro di pianura, la lontra gigante, il formichiere gigante, la scimmia lanosa colombiana, e il giaguaro. La loro preservazione è direttamente collegata alla tutela del parco stesso. Finora, il più grande pericolo per questo straordinario ecosistema era costituito dalla deforestazione ma, con questa recente inclusione delle zone a rischio, il Parque si conferma come uno dei polmoni verdi del nostro pianeta, diventando la barriera naturale contro il cambiamento climatico. E in quanto tale, niente sarà tanto più importante quanto la sua preservazione.

il Parque si conferma come uno dei polmoni verdi del nostro pianeta

È stato mappato l’intero genoma del pesce pagliaccio

Il suo studio potrà adesso fornirci risposte in merito al cambiamento climatico e agli scoinvolgimenti del suo habitat naturale
19.10.2018

I pesci tornano a nuotare nel Mar Morto

La scoperta del fotografo Noam Bedin ha adesso un grande valore per la scienza, e l'ultimo avvistamento di questo tipo risaliva al 2011
11.10.2018

A Pechino sorgerà un distretto che combina ecologia e arte

Con i suoi 4 milioni di metri quadrati di superficie, sarà il più progetto più grande negli ultimi anni
1.10.2018

Il cambiamento climatico ha vinto la prima battaglia contro il nostro Ivan, ma la guerra e’ ancora lunga

Come proseguirà adesso l'avventura del nostro skipper?
27.9.2018

La Colombia istituisce il parco nazionale più grande al mondo

4,3 milioni di ettari che ospitano un’incredibile varietà di specie animali e vegetali
24.9.2018

In Sardegna si sta svolgendo un festival cinematografico dedicato all’ambiente

Dedicato alla sostenibilità ambientale e ai diritti umani, sarà in programma a Santa Teresa di Gallura dal 19 al 22 Settembre
19.9.2018

L’isola greca di Tilos raggiungerà l’autonomia energetica nel 2019

Sarà la prima isola green del Mediterraneo
19.9.2018

Dal Giappone, l’eco-giornale che da vita a piante e fiori

Ecco l’idea rivoluzionaria che sta avendo successo nel Sol Levante
11.9.2018

Scoperta un’immensa barriera corallina al largo degli Stati Uniti

Tra le profondità dell’Oceano Atlantico, sarebbe rimasta nascosta per centinaia di migliaia di anni
11.9.2018

Il Trentino Alto-Adige al primo posto per il turismo green nel 2018.

A dicembre saranno raggiunti gli obiettivi di produzione energetica da fonti rinnovabili che erano previsti per il 2030
5.9.2018